Adriana, ho fatto quello che mi hai detto: ho riempito a tre quarti d’acqua una brocca di vetro e ci ho versato dentro una chiara … d’uovo (forse basterà la chiara, l’uovo è di troppo). Ho poi messo la brocca fuori, tra le piante del balcone.  

   Quando ho deciso di andare a dormire, il quarto di luna rischiarava la baia e Itaparica, l’isola là in fondo. Prima, però, mi sono fermata a scrutare la brocca ed, in effetti, potevo vedere, in trasparenza, una “chiara ascendente”, un accenno di vela, esattamente come mi avevi predetto: “Vedrai, domani troverai la barca di san Pietro”.

   L’indomani, ossia oggi, 29 giugno, San Pietro del nostro calendario, per prima cosa vado a vedere la brocca sul balcone: di barca nessuna traccia, sola giace sul fondo une piccola pozzanghera bianca, filamentosa. Ma non faccio in tempo ad essere delusa, perché guardate cosa c’era nel porto … Penso che alla barca di san Pietro, la brocca stava stretta.

   Il 28 dicembre ci riprovo: che sia questione di emisfero? 

Annunci