o della parola nel suo contesto

   Oggi, il Brasile elegge – con suffragio universale – il Presidente della Repubblica, i Governatori degli Stati e altri rappresentanti del popolo. Ogni cittadino brasiliano (salvo casi di legge) ha il diritto di votare, a partire da 18 anni.
Il cittadino che non va a votare deve giustificare la sua assenza nei tempi stabiliti dalla legge. Ad esempio: in caso di malattia, deve presentare un certificato medico. In caso di viaggio, deve recarsi in un seggio elettorale del luogo di soggiorno e registrare la sua presenza in quel luogo.
Il cittadino che non si giustifica non può – tra l’altro:

.  richiedere il passaporto o la carta d’identità;
.  iscriversi in stabilimenti scolastici o universitari pubblici;
.  ottenere prestiti da banche con partecipazione statale;
.  percepire un salario dalla pubblica amministrazione;
.  essere assunto dalla pubblica amministrazione;
.  partecipare a concorsi pubblici.

   Dopo tre assenze, il titolo elettorale è cancellato.

Se siete interessati all’argomento, potete consultare il sito (per lusofoni) del Tribunal Regional Eleitoral do Distrito Federal

 

Annunci